Apple guarda all’editoria e mira a Texture, la “Netflix dei magazine”

riccardoroggeri_0c8799wb/ marzo 12, 2018/ News/ 0 comments

Apple si prende Texture, la “Netflix delle riviste”, un servizio che consente con un unico abbonamento di avere accesso alle copie digitali di più di 200 magazine. I termini finanziari dell’operazione non sono ancora stati resi noti, ma secondo il sito Recode, che ha anticipato la notizia, il consorzio di editori che insieme al private equity Kkr era proprietario della piattaforma riuscirà con gli introiti a rientrare di tutti gli investimenti effettuati finora nel progetto. Secondo la ricostruzione di Recode gli editori che hanno dato vita all’iniziativa, quindi  Conde Nast, Hearst, News Corp e Meredith sarebbero soddisfatti dell’accordo raggiunto con la casa di Cupertino.

Texture è un’iniziativa nata nel 2009, nel tentativo dei grandi editori di dare vita a una propria versione di Netflix o Hulu, prendendo il controllo della distribuzione digitale dei propri prodotti invece di essere veicolati da intermediari o tagliati fuori da piattaforme più potenti, facendo leva sul concetto che con un abbonamento da 10 dollari al mese si potesse avere accesso al meglio della produzione editoriale su scala globale, con un servizio di selezione degli articoli “su misura” per gli interessi dei singoli utenti.

L’articolo Apple guarda all’editoria e mira a Texture, la “Netflix dei magazine” proviene da CorCom.

Source: http://www.corrierecomunicazioni.it/rss/22_start-up

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*